Alvaro Mutis

Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria col suo marchio speciale di speciale disperazione e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi per consegnare alla morte una goccia di splendore di umanità di verità (Fabrizio De André, Smisurata Preghiera)

Nato a Bogotà nel 1923 si trasferisce a causa della carriera diplomatica del padre in Belgio dove inizia le scuole e si trova spesso a viaggiare. Dopo la morte del padre torna nel suo paese natìo, la Colombia ma nella testa - e nella penna - gli rimangono impressi i ricordi del trascorso vagabondare tra Europa e Sudamerica.

Si legò a tre donne durante la propria vita e dopo la fuga in Messico per evitare un arresto scelse qust’ultimo stato per vivere sino alla sua morte avvenuta il 23 settembre 2013.
Tra le sue amicizie si ricordano Gabriel García Márquez, compagno di penna e lettore dei suoi scritti oltre che Fabrizio De André, incontrato alla prima del film Ilona arriva con la pioggia, tratto dall’omonimo romanzo del 1987, che si ispira a lui per la canzone Smisurata preghiera.

Il personaggio letterario più famoso della penna di Mutis è Maqroll protagonista di alcuni dei suoi romanzi (La Neve dell’Ammiraglio, Ilona arriva con la pioggia e Un bel morir) concepito prima nell’opera in versi e poi prestato (e compiuto) negli scritit in prosa.
Instancabile viaggiatore, pellegrino del mondo e del vuoto in cui l’uomo si crogiola, rappresenta l’eroe moderno alla ricerca di uno scopo attarverso la metafora del viaggio, per lo più interiore ed extraletterario.

Condividi questa pagina