Canto Novo

L’artista da celebrare, come vate e demiurgo di bellezza e arte, nella più spregiudicata visione nicciana: questo il motivo ispiratore del Canto Novo di Gabriele D’Annunzio. Un artista ancorato a due elementi fondamentali quali l’estetismo e il nazionalismo sfrenato, simulacri della visione superomistica.
Canto Novo analizzato di seguito ad una corposa presentazione bio-bibliografica nella sua complessità di esordio poetico dell’autore, è il fulcro della tesi che fonda il suo studio sul paragone con Friedrich Nietzsche, filosofo in cui D’Annunzio trova supporto teorico al suo pensare.

Canto Novo di Gabriele D'annunzio

Condividi questa pagina